Covid: Conte, avrò confronto periodico con altri leader Ue. Merkel annulla summit a Berlino

Michel, situazione seria, recrudescenza epidemia

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Adesso che sta tornando la fase acuta della pandemia, che un po' tutti i Paesi europei soffriamo, ci siamo detti che sarebbe utile avere delle videoconferenze periodiche in modo da parlare di tutti i vari aspetti: test, controlli, misure restrittive, ricerca e vaccini, resilienza dei sistemi nazionali. Quindi su questo torneremo ragionevolmente a confrontarci" tra leader europei "con una scadenza settimanale o periodica": così il premier Giuseppe Conte, arrivando al vertice dei leader dell'Ue. 

"L'autunno sta cominciando, c'è un drammatico aumento dei contagi, siamo d'accordo con gli altri leader Ue che dobbiamo farle scendere, riducendo i contatti", e proprio per questo "non faremo il summit informale a Berlino a novembre", ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel al termine del vertice Ue.

E' una "situazione seria e senza precedenti", stiamo assistendo a una "recrudescenza dell'epidemia e dobbiamo accelerare la cooperazione specialmente sul tracciamento e sui test, abbiamo deciso di intensificare il coordinamento dei leader in modo da contenere epidemia", ha detto il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, entrando alla seconda giornata di lavori del vertice Ue.

"Due settimane fa abbiamo avuto un'importante e difficile discussione sui rapporti con la Turchia e ieri sera sulla Brexit, sarebbe stato difficile farlo via videoconferenza. Nelle prossime settimane valuteremo caso per caso quale formato adottare per far funzionare le istituzioni europee e garantire al tempo stesso la sicurezza", ha sottolineato Michel al termine del vertice a chi fa osservare come alcuni leader Ue abbiano criticato la scelta di una riunione in presenza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: