Coronavirus: Commissione Ue, su quarantena decidono gli Stati

'Ma importante seguire approccio scientifico e coordinato'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "L'introduzione di misure di quarantena" per i viaggiatori provenienti dall'estero "è una competenza nazionale". Così il portavoce della Commissione Ue responsabile per i trasporti e la sanità risponde a chi chiede un commento sulla decisione di alcuni Paesi, come il Regno Unito, d'imporre 14 giorni d'isolamento a chi varca i confini nazionali.

Tuttavia, il portavoce sottolinea quanto sia "importante che i Paesi seguano le raccomandazioni e le linee guida per l'alleggerimento delle misure di confinamento" pubblicate dall'esecutivo comunitario nell'ultimo mese. In particolare, le raccomandazioni pubblicate il 13 maggio per i trasporti e il settore turistico (che saranno discusse oggi in videoconferenza dai ministri della Salute europei) insistono sulla "necessità di avere un approccio coordinato", "evitare discriminazioni" e "decidere sulla base di criteri sanitari. Ciò che conta è la situazione epidemiologica" dei Paesi. Le discussioni sono ancora in corso sulle modalità con cui permettere gradualmente l'attraversamento delle frontiere a partire dal 15 giugno.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: