Coronavirus: l'Ue per l'Italia, video giovani europeisti

Le sette azioni principali già messe in campo dall'Unione

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Cosa sta facendo l'Unione Europea per l'Italia in questo momento di emergenza per il coronavirus? Con un video i giovani europeisti lo spiegano in sette punti. Il video è stato approvato anche dalle istituzioni Ue, Parlamento e Commissione, che lo stanno rilanciando in questi giorni dai propri account.

Primo punto evidenziato dai ragazzi: "l'Europa ha sospeso il patto di stabilità, i governi possono spendere quanto serve per contrastare la pandemia". E' infatti sospesa, la regola che prevede che il disavanzo di bilancio di un Paese rimanga entro il 3% del Pil. L'Ue allenta le regole sugli aiuti di stato che significa "più aiuti per imprese e lavoratori", spiegano i giovani. Inoltre "reindirizza 37 miliardi di fondi europei per la gestione della crisi", per aiutare sistemi sanitari, imprese e lavoratori. "Ha sbloccato l'invio di mascherine da Germania e Francia verso l'Italia e finanziato il rimpatrio di cittadini europei da Paesi extra Ue". 

Mentre i Paesi limitano il movimento delle persone attraverso i confini l'Unione "impedisce la chiusura delle frontiere per le merci, e crea corridoi speciali per il materiale sanitario". Infine, l'esecutivo Ue "finanzia la ricerca per trovare un vaccino".

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: