Clima: Costa, bene emissioni zero ma Ue acceleri

Ministro a Consiglio, fondo transizione non penalizzi Italia

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il governo italiano "sostiene con convinzione" la legge Ue sul clima e "l'impegno della neutralità delle emissioni al 2050", ma "occorre far presto per rivedere l'obiettivo di riduzione delle emissioni al 2030 valutando di aumentarlo al 50-55%". Così il ministro dell'ambiente Sergio Costa intervenendo al Consiglio Ambiente in corso a Bruxelles.

"Con una lettera firmata insieme a 11 colleghi - ha ricordato Costa - abbiamo invitato la Commissione a presentare una valutazione di impatto sui nuovi target già questa estate. Se vogliamo essere il primo continente a neutralità carbonica dobbiamo agire presto e bene, prima della pre-Cop che si terrà in Italia a fine settembre". Il fondo per la transizione equa, ha detto Costa, non dovrà penalizzare "Stati virtuosi come l'Italia, che così potranno essere supportati nella riconversione di aree industriali poco efficienti dal punto di vista ambientale, come il Sulcis in Sardegna e l'ex Ilva di Taranto".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: