Ue raccomanda avvio negoziati adesione Albania e Macedonia del Nord

Balcani, Varhelyi, spero in ok leader Ue a Tirana e Skopje

Redazione ANSA

BRUXELLES - La Commissione europea ha raccomandato per la terza volta consecutiva l'apertura dei negoziati di adesione all'Ue per l'Albania, sulla base "dei risultati concreti e tangibili dimostrati" del Paese nelle riforme chiave richieste da Bruxelles. Analogamente, la stessa Commissione ha raccomandato nuovamente ai Paesi Ue l'apertura "incondizionata" dei negoziati di adesione all'Unione per la Macedonia del Nord, protagonista nell'ultimo anno di uguali "sforzi" che hanno prodotto "risultati concreti e tangibili" nelle aree richieste da Bruxelles e dagli stessi leader Ue. Nel report di aggiornamento sul percorso di Tirana verso l'adesione all'Unione, la Commissione Ue delinea i "progressi" del Paese balcanico "nei settori chiave", quali la riforma della giustizia e il processo di verifica di giudici e pubblici ministeri, la lotta a corruzione, crimine organizzato e traffico di droga, e gli sforzi per affrontare le domande di asilo infondate negli Stati Ue.

Nel suo cammino verso l'integrazione Ue - scrive Bruxelles nel report d'aggiornamento riguardante la Macedonia del Nord - Skopje "ha adottato misure significative per rafforzare l'indipendenza della magistratura". Inoltre, la Commissione Ue nota una "migliorata esperienza nella lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata, nonché progressi nella riforma dei servizi di intelligence e della pubblica amministrazione". A seguito della raccomandazione positiva di Bruxelles, i leader Ue saranno chiamati a decidere sull'apertura dei negoziati d'adesione con Tirana e Skopje al vertice del 26 e 27 marzo a Bruxelles. Il via libera nel primo caso è stato rinviato tre volte negli ultimi due anni. Da vincere, in particolare, lo scetticismo di Francia e Paesi Bassi. Invece, nell'ottobre 2019 a nulla erano valsi gli sforzi di Skopje in ottica europea, tra cui lo storico accordo con la Grecia nell'annosa disputa sul nome. I leader Ue, infatti, non erano riusciti a trovare l'unanimità per aprire le trattative, posticipando per la terza volta in due anni la decisione a marzo 2020. "La Commissione europea sostiene fermamente le sue raccomandazioni per aprire i negoziati di adesione con l'Albania e la Macedonia del Nord, spero che gli Stati membri prenderanno una decisione positiva nelle prossime settimane": così il commissario Ue per l'Allargamento, Oliver Varhelyi, dopo la conferma di Bruxelles dei progressi compiuti dai due Paesi balcanici per l'integrazione europea. L'Albania e la Macedonia del Nord "hanno intensificato il loro lavoro e fornito ulteriori risultati concreti nei settori chiave", ha sottolineato Varhelyi. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: