Bce: Praet, il 14/6 riunione chiave per tempi uscita dal Qe

Weidmann, legittime aspettative fine interventi

Redazione ANSA ROMA

ROMA - "E' chiaro che la prossima settimana il consiglio direttivo dovrà fare questa valutazione, se i progressi fatti finora sono stati tali da richiedere una graduale uscita dai nostri acquisti netti". Lo ha detto Peter Praet, membro del comitato esecutivo della Bce, confermando le indiscrezioni secondo cui la riunione del 14 giugno a Riga discuterà la tempistica per l'uscita dal quantitative easing.


Per Jens Weidmann, presidente della Bundesbank e membro del consiglio direttivo della Bce, "non è una sorpresa che da qualche tempo i mercati si aspettino che gli acquisti netti di titoli finiscano entro il 2018". Per come stanno le cose, trovo plausibili queste aspettative. Sarà "un primo passo nel lungo cammino verso una normalizzazione della politica monetaria".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: