Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Commissione Ue, da Atene informazioni fuorvianti

Commissione Ue, da Atene informazioni fuorvianti

Portavoce, in proposta a Grecia avanzo primario ridotto

15 giugno, 15:08
Commissione Ue, da Atene informazioni fuorvianti Commissione Ue, da Atene informazioni fuorvianti

BRUXELLES - Dalla Grecia sono state fornite "informazioni fuorvianti". Lo afferma il portavoce della Commissione europea, Margaritis Schinas. In particolare, la portavoce per gli affari economici ha poi puntualizzato i dati della proposta alla Grecia sui "5 pilastri" indicando tra l'altro gli obiettivi di avanzo primario "sostanzialmente ridotto" dal 3% all'1%". Per Bruxelles, la Grecia non ha mai presentato una vera proposta complessiva alle tre istituzioni, ma è arrivata sabato con una tabella Xcel contente solo cifre generiche, e per di più le stesse già respinte il lunedì precedente dal commissario Ue Pierre Moscovici. Ancora ieri sera, hanno spiegato fonti della Commissione, i greci hanno ripresentato lo stesso documento senza modifiche sostanziali.

 

Juncker nell'incontro di mercoledì aveva concordato con il premier greco Alexis Tsipras che questo gli avrebbe fatto avere una proposta entro giovedì sera, "ma questa non è arrivata". Il venerdì invece, secondo la ricostruzione fatta, "è giunta una telefonata in cui dicevano che non potevano né inviarci la proposta via mail né illustrarla al telefono per paura di essere intercettati", decidendo per questo di inviare il sabato rappresentanti di persona, "notizia subito uscita sulla stampa greca". Quindi il "sabato sera, arrivati in ritardo all'incontro, si sono presentati con una pagina di tabella Xcel con alcune figure generiche" già discusse e ritenute non sufficienti il lunedì da Moscovici.

 

Ritornati la domenica alla Commissione Ue, di nuovo in ritardo e con le istituzioni sempre presenti in attesa di negoziare (Esm, Bce, Fmi), "è stata ripresentata sostanzialmente sempre la stessa tabella" di cifre con circa "200milioni di differenza". "Abbiamo presto concluso - terminano il racconto le fonti - che non c'era spazio per la discussione". Intanto la Commissione ribadisce che il pacchetto di misure per la Grecia proposto dalle istituzioni è "equilibrato, progressivo e ha pieno senso economico". E prevede la revisione "sostanzialmente" al ribasso dei target dell'avanzo strutturale (3,5% nel 2018 contro il 2016), non tagli alle pensioni individuali ma la riforma del sistema con riduzione della spesa annua dell'1% del pil e riforma dell'Iva ma garantendo aliquote al 6% per alcuni beni per le famiglie.

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA