Caputo, cedere sull'Ucraina prospetterebbe instabilità

L'attacco ai nostri valori giustifica l'ampio sostegno agli ucraini 

Redazione ANSA

MARSIGLIA - "L'invasione dell'Ucraina segna inevitabilmente un passo indietro della Storia, di questo interminabile '900 che credevamo superato. E' un'aggressione premeditata ai confini dell'Europa, che apre nuovamente il precipizio di una vecchia faglia e fa scattare l'antico riflesso a difesa della nostra libertà. Cedere oggi prospetterebbe all'Occidente un evidente ripiegamento, un futuro di instabilità e la fine della credibilità dell'Europa". Lo ha detto l'assessore all'Agricoltura Nicola Caputo, in qualità di rappresentante della Regione Campania in seno al Comitato Europeo delle Regioni, all'Opening Session del Summit delle Regioni e delle Città in corso di svolgimento a Marsiglia. "L'attacco inopinato ai nostri valori e alla nostra storia - ha continuato - giustifica l'ampio sostegno al popolo ucraino e al suo stoico presidente. Il nostro sostegno all'Ucraina è necessario anche al prosieguo del processo di integrazione europea sotto il profilo delle politiche migratorie, di difesa e di bilancio, indispensabile passaggio di crescita per affrontare il vecchio mondo che improvvisamente si rivela ancora nella sua primitiva crudezza". "E' il momento - ha concluso - di essere uniti e fermi nelle decisioni, consapevoli che l'Unione Europea non potrà che rafforzare il proprio processo di integrazione, ripudiare la guerra e favorire la Pace nel mondo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: