Cremona e Vicenza sono tra le peggiori città europee per livelli di smog

In base ai dati 2019-20 dell'Agenzia comunitaria per l'ambiente

Redazione ANSA

BRUXELLES - Cremona e Vicenza sono tra le cinque città europee con i più alti livelli di inquinamento da particolato sottile (PM2.5). I dati, che si riferiscono a una media tra emissioni certificate dalle centraline Ue nel 2019 e stime 2020, emergono dalla consultazione del nuovo visualizzatore della qualità dell'aria delle città europee varato dall'Agenzia europea dell'ambiente (Eea). Ultima per la qualità dell'aria è Nowy Sacz (Polonia), al 323esimo posto. Cremona è al 322, Slavonski Brod (Croazia) al 321esimo e Vicenza al 320esimo. Sassari è la città italiana che si piazza meglio, al 14esimo posto.

Il lockdown non ha migliorato di molto la situazione nelle città europee "perché ha avuto un impatto significativo sul biossido di azoto causato dal traffico - spiega Catherine Ganzleben dell'Agenzia europea dell'ambiente - molto meno sul PM2.5". Le aree con più alti livelli di inquinamento da particolato, nota l'esperta, si spiegano "con l'utilizzo del riscaldamento a carbone in Polonia e, per la Pianura padana, con la concentrazione dell'industria e con ragioni geografiche, nel senso che le Alpi fanno da cintura che impedisce la dispersione degli inquinanti". Sebbene vi sia stato un netto miglioramento della situazione negli ultimi dieci anni, spiega una nota Eea, l'esposizione al particolato fine ha causato circa 417.000 morti premature in 41 paesi europei nel 2018.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie