Cozzolino (Pd) chiede più sostegno per il Sud

Lettera a eurodeputati, serve confronto 'ad hoc' con Draghi

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Le risorse del Recovery and Resilience Facility, di React-Eu e del Fondo complementare, così come programmate dal Pnrr italiano consegnato alla Commissione europea lo scorso 30 aprile, rappresentano un'opportunità inedita e straordinaria per il nostro Paese. Tuttavia, nonostante l'impegno del governo, la gravità del dualismo di sviluppo italiano, fra Mezzogiorno e resto del Paese, rende necessario mettere in campo ulteriori sforzi a sostegno delle regioni del Sud rispetto a quelli già individuati nelle missioni trasversali e negli interventi della componente di coesione territoriale del Pnrr".

Così, l'europarlamentare del Partito democratico Andrea Cozzolino, in una in una lettera indirizzata a tutti gli europarlamentari europei eletti nel Mezzogiorno.

Nella lettera l'eurodeputato dichiara l'intenzione di chiedere a Mario Draghi "un apposito momento di confronto e discussione sul ruolo del Mezzogiorno nel Pnrr, alla presenza di tutti i membri del Parlamento europeo eletti nella circoscrizione Italia meridionale e isole".

"Sarà quella la sede anche per promuovere un dibattito sulle risorse del nuovo ciclo di programmazione 2021-2027, comprensive del Fondo europeo di sviluppo regionale, del Fondo sociale europeo, del Fondo per un'equa transizione e del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, da sommare ai relativi co-finanziamenti, che rappresentano un'ulteriore occasione per ridurre le disuguaglianze territoriali del nostro Paese", conclude Cozzolino.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie