Da rifiuti agricoli a isolanti termici con progetto Ue

Italia insieme ad Albania e Montenegro, grazie a Fondo regionale

Redazione ANSA

BRUXELLES - Trovare nuovi usi per i rifiuti agricoli, che passano così dalla fattoria alle facciate dei palazzi. È il fulcro del nuovo progetto europeo 'AweS0Me', di oltre 700.000 euro e finanziato per l'85% dal Fondo di sviluppo regionale. I partner, tra cui il Politecnico di Bari insieme ad altri istituti in Albania e Montenegro, vogliono dimostrare che alcuni scarti hanno eccellenti qualità di isolamento termico e in questo modo possono contribuire all'economia circolare.

In particolare, i rifiuti delle attività agricole, come la potatura, vengono trasformati in pannelli isolanti per ridurre le emissioni di carbonio e migliorare l'efficienza energetica degli edifici di proprietà pubblica. Saranno organizzati eventi promozionali e siti dimostrativi per stimolare l'interesse verso queste soluzioni innovative tra le autorità pubbliche, le imprese di costruzione e i produttori di materiali. Un'apposita 'rete della conoscenza' servirà per condividere le migliori pratiche nell'uso dei rifiuti agricoli e per promuovere l'edilizia 'verde' nel settore pubblico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie