/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Strasburgo condanna azioni Alto Adige contro ambientalisti

Strasburgo condanna azioni Alto Adige contro ambientalisti

Commissario Consiglio d'Europa, esempio d'intimidazione

28 ottobre 2020, 18:43

Redazione ANSA

ANSACheck

Strasburgo condanna azioni Alto Adige contro ambientalisti - RIPRODUZIONE RISERVATA

STRASBURGO - "Le azioni legali dell'assessore provinciale per l'agricoltura sudtirolese e di alcuni coltivatori di mele contro attivisti ambientalisti e l'editore di un libro che denunciano gli alti livelli di pesticidi utilizzati nella regione" sono un esempio di "azione legale abusiva che ha l'obiettivo di intimidire e far tacere chi critica", denuncia Dunja Mijatovic, commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa. Mijatovic inserisce il caso dell'Alto Adige tra le cosiddette 'Slapps', azioni legali strategiche contro la partecipazione pubblica, che in alcuni paesi "certe persone ricche e potenti usano per censurare, intimidire e in ultima analisi sopprimere le voci critiche". Le Slapps "sono una grave e crescente minaccia per la libertà d'espressione in molti Stati del Consiglio d'Europa, e più in generale un pervertimento del sistema giudiziario e delle stato di diritto", dice Mijatovic.

"Il commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa fa rientrare chiaramente le accuse contro di me, il consiglio direttivo dell'Umweltinstitut, Alexander Schiebel e il suo editore Jabob Radloff nei casi di attacco alla libertà d'espressione", afferma Karl Bar, referente per le politiche agricole e commerciali dell'Umweltinstitut Munchen. La causa per diffamazione contro Karl Bar è legata a una campagna lanciata nel 2017 dal Umweltinstitut, Pestizidtirol, per sensibilizzare l'opinione pubblica sul largo impiego di pesticidi in Alto Adige, mentre quella contro lo scrittore e cineasta Alexander Schiebel, e il suo editore, fa riferimento a un passaggio del libro 'Il miracolo di Malles' che denuncia l'uso di pesticidi nella stessa provincia e il comportamento degli agricoltori. Secondo Mijatovic occorrono tre azioni precise per combattere le Slapps. Innanzitutto bisogna prevenire respingendole da subito le azioni legali. Poi devono essere introdotte misure punitive contro questi abusi, per esempio invertendo i costi dell'azione legale. Infine bisogna minimizzare le conseguenze delle Slapps offrendo supporto a chi le subisce. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

In collaborazione con

O utilizza

Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.