Ferrara (M5S), studenti di 5 istituti calabresi a Bruxelles

'Vincitori sorteggiati in streaming, conosceranno istituzioni Ue'

Redazione ANSA CATANZARO

CATANZARO - "L'Itis 'Milano' di Polistena, l'Iiss 'Severi' di Gioia Tauro, l'Iis 'Pizzini-Pisani' di Paola, il Liceo Classico 'Campanella' di Reggio Calabria e l'Iis 'Vittorio Emanuele II' di Catanzaro questi i cinque istituti scolastici calabresi sorteggiati oggi alle 15, in diretta streaming dall'eurodeputata Laura Ferrara che partiranno per Bruxelles". E' quanto rende noto un comunicato diffuso dalla stessa eurodeputata del MoVimento 5 Stelle, che ha promosso anche quest'anno il bando "La scuola entra nel Parlamento europeo" rivolto agli istituti di istruzione superiore secondaria della Calabria.

"L'iniziativa permetterà a 45 studenti dell'ultimo anno delle scuole superiori ed a 10 docenti accompagnatori - è detto nel comunicato - di conoscere più da vicino l'istituzione europea. La visita si svolgerà dal prossimo 8 dicembre ed ogni scuola sorteggiata dovrà ora individuare nove studenti che beneficeranno di questa opportunità. Si è inteso inoltre sorteggiare anche due istituti di riserva, laddove fra le scuole beneficiarie ce ne fosse qualcuna impossibilitata a partecipare. Si tratta dell'Iis Itg e Iti di Vibo Valentia e dell'Istituto professionale 'Antonio Gabriele' di Tortora".

"Abbiamo inviato il bando all'Ufficio scolastico regionale - afferma Laura Ferrara - che ha poi provveduto a diramarlo in tutti gli istituti calabresi e ne ho dato ampia promozione anche io stessa attraverso i miei canali social. I ragazzi comprenderanno meglio le funzioni e i poteri del Parlamento europeo. Sarà occasione per approfondire temi che riguardano le questioni internazionali e nazionali come immigrazione e legalità ed anche questioni calabresi ma che investono l'istituzione comunitaria, quali ambiente e fondi europei. Gli studenti parteciperanno fra l'altro ad un gioco di ruolo e vestiranno i panni del parlamentare europeo".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."