Ue, valutiamo il recepimento delle norme contro l'istigazione all'odio

'Abbiamo visto come a Roma gruppi neofascisti scatenare il caos'

Redazione ANSA

STRASBURGO - "Osserviamo una continua diffusione di istigazione all'odio e cospirazioni online ed episodi di violenza ispirati a ideologie di estrema destra. Il razzismo e l'istigazione all'odio sono illegali nell'Ue e stiamo valutando l'adeguato recepimento delle norme in materia dai Paesi membri. Nel caso invieremo procedure di infrazione. Negli ultimi mesi ne abbiamo mandate 102". Lo dichiara la commissaria Ue all'Uguaglianza, Helena Dalli, aprendo il dibattitto sugli estremismi alla luce degli scontri di Roma all'Europarlamento. "Una settimana fa la Commissione ha adottato la strategia per l'antisemitismo. Vediamo attacchi di odio contro i musulmani e i migranti, la Commissione Ue lavorerà con la comunità musulmana per garantire la sicurezza per i musulmani e contro il razzismo", spiega Dalli.

"Abbiamo visto come a Roma gruppi neofascisti abbiano scatenato il caos attaccando la sede di un sindacato: ciò mostra che l'odio e l'intolleranza non sono solo all'interno di organizzazioni clandestine ma sono sempre più alla luce e rischiano di minare la stabilità delle nostre democrazia. Abbiamo bisogno di una riposta rapida e ampia all'insorgere degli istinti violenti e del razzismo". Lo ha sottolineato la commissaria Ue all'Uguaglianza Helena Dalli soffermandosi sugli scontri di Roma all'inizio del dibattito, all'Europarlamento, sulla crescita degli estremisti in Europa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie