Ferma condanna all'aumento della violenza in Afghanistan

Ritiro truppe internazionali è momento critico per il Paese

Redazione ANSA

BRUXELLES - Con il ritiro delle truppe internazionali, l'Afghanistan si trova in un momento critico e le conquiste degli ultimi 20 anni sono minacciate. Lo afferma in una risoluzione il Parlamento europeo condannando con la massima fermezza l'allarmante aumento della violenza nel paese e invitando i talebani a cessare immediatamente gli attacchi contro i civili e le forze nazionali a rispettare pienamente il diritto internazionale umanitario.

Nella risoluzione adottata oggi gli eurodeputati sottolineano "la confluenza della fragile situazione interna, il deterioramento della situazione della sicurezza, i colloqui di pace intra-afghani in stallo e la decisione di ritirare le truppe statunitensi e della Nato entro l'11 settembre 2021".

Tutto ciò potrebbe intensificare i conflitti interni e creare un vuoto che, nel peggiore dei casi, sarà riempito dai talebani, aggiungono. "Questo sarebbe molto preoccupante per il Paese e per la sostenibilità delle conquiste e dei progressi socio-politici degli ultimi 20 anni", avvertono gli eurodeputati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie