Autismo: Sassoli, nessuno deve essere lasciato indietro

Presidente Pe, 'non è una malattia ma una condizione di vita'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Nessuno deve essere lasciato indietro, nessuno deve sentirsi escluso". Questo il messaggio del presidente del Parlamento europeo David Sassoli in un video diffuso oggi in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull'autismo. "L'autismo non è una malattia ma una condizione di vita", ha spiegato Sassoli, esprimendo l'augurio che "ognuno nella propria specificità abbia la possibilità di contribuire allo sviluppo e alla crescita della società senza essere oggetto di discriminazioni". Sassoli ha poi ricordato come "l'inclusione e l'integrazione delle persone con disabilità siano la base per costruire una società migliore e più equa". La Giornata mondiale per la consapevolezza sull'autismo viene celebrata ogni 2 aprile dal 2007 su decisione dell'Assemblea Generale dell'Onu.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie