Eurodeputati italiani Ppe, serve inchiesta trasparente sull'attacco in Congo

Presentata interrogazione a Borrell

Redazione ANSA

BRUXELLES - Gli europarlamentari Antonio Tajani (Fi-Ppe), Salvatore De Meo (Fi-Ppe), Herbert Dorfmann (Svp-Ppe), Fulvio Martusciello (Fi-Ppe), Giuseppe Milazzo (Fi-Ppe), Aldo Patriciello (Fi-Ppe) e Massimiliano Salini (Fi-Ppe) hanno presentato oggi un'interrogazione all'Alto Rappresentante Josep Borrell sull'attentato verificatosi ieri nella Repubblica Democratica del Congo che è costato la vita all'ambasciatore italiano Luca Attanasio e al carabiniere Vittorio Iacovacci.

Nell'interrogazione si ricorda come il Congo sia da anni teatro di violenze, attacchi, uccisioni e violazioni dei diritti umani ad opera di gruppi armati locali e stranieri, in particolare nella regione orientale dove è avvenuto l'attacco di ieri. Chiedendo all'Ue di intensificare gli sforzi per garantire stabilità alla regione di Goma, gli europarlamentari di Forza Italia fanno appello a un'azione diplomatica per garantire una inchiesta trasparente che accerti responsabilità e cause, in particolare chiedendo perché il convoglio del Programma alimentare mondiale non fosse dotato di una scorta adeguata. Si chiede infine all'Alto Rappresentante di rinnovare la strategia Ue in Congo, con una nuova missione militare, dopo lo stop a Eupol e Eusec, per costruire finalmente la pace in Congo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie