Breton, sostenere l'Australia sulle news a pagamento per Big Tech

Appello degli eurodeputati, si tuteli giornalismo di qualità

Redazione ANSA

BRUXELLES - La decisione di Facebook di limitare la visione e la condivisione delle news nazionali e internazionali in Australia in risposta alla proposta di legge del Paese che costringerebbe i colossi del web a pagare per la condivisione delle notizie è "molto dannosa". "L'Australia deve essere sostenuta nella sua lotta" a favore di un'equa remunerazione degli editori.

Lo ha detto il commissario europeo per il Mercato interno, Thierry Breton, in audizione alla commissione speciale contro la disinformazione del Parlamento Ue. Della stessa opinione anche gli eurodeputati, che hanno rivolto un appello al commissario e all'intero esecutivo comunitario. "L'Ue - hanno detto - dovrebbe garantire che il giornalismo di qualità sopravviva e che i media continuino ad avere le risorse per indagare e combattere la disinformazione con notizie valide".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie