Europee: Ppe, non c'è intesa dopo incontro tra Weber e Orban

Rimane aperto il dialogo, ma premier ungherese non si scusa

Redazione ANSA BERLINO

BERLINO - Nessuna intesa è uscita dall'incontro a Budapest tra il candidato di punta alle elezioni europee Manfred Weber e Viktor Orban sulla espulsione o meno del partito Fidesz del primo ministro ungherese dal Partito Popolare europeo (Ppe). "Teniamo ancora aperto il dialogo" ha detto Weber dopo il vertice. Ma dal premier ungherese non è ancora arrivata "una scusa per i danni subiti", come esplicitamente richiesto dal gruppo europeo del Ppe, rende noto l'Apa. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."

Modifica consenso Cookie