Commissario Ue esclude nuovi interventi per l'agricoltura nel 2020

Wojciechowski, raccomanderò +10% a Pac dal 2021

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - I Paesi Ue devono "fare un uso rapido ed esteso" delle misure a sostegno dell'agricoltura proposte dalla Commissione europea, "questo è ciò che possiamo fare nell'attuale contesto di bilancio". Lo ha detto il commissario europeo all'agricoltura, Janusz Wojciechowski, ai ministri Ue riuniti in teleconferenza. "La strada da percorrere uniti è quella di lavorare su un forte bilancio per il 2021", ha aggiunto, escludendo di fatto il ricorso a nuovi interventi immediati a sostegno delle imprese in difficoltà. Il commissario ha escluso anche la possibilità di attivare la riserva di crisi da 478 milioni, che gli agricoltori finanziano ogni anno con una detrazione dell'1% sugli aiuti diretti. "E' fondamentale disporre di un budget sufficiente per la Pac, con particolare attenzione al primo anno per far fronte alle esigenze più urgenti - ha detto - Prima abbiamo chiarezza su un forte pacchetto di crisi nel prossimo quadro finanziario pluriennale, prima possiamo iniziare a lavorare insieme sulla misura necessaria per affrontare la crisi". 

Nel dibattito sul nuovo bilancio pluriennale Ue 2021-27 "raccomanderò un incremento del 10% del bilancio della Politica agricola comune (Pac)", ha detto Wojciechowski parlando con i giornalisti a margine della teleconferenza dei ministri Ue. Rispondendo alla domanda di una giornalista sua connazionale, il commissario polacco ha confermato di aver ricevuto una lettera da Varsavia indirizzata a lui e ai vertici della Commissione europea in cui la Polonia chiede "un aumento del bilancio Pac del 10%" rispetto alla proposta della Commissione europea. "Ho ricevuto la lettera, propone un aumento del bilancio Pac proporzionato per tutti i Paesi Ue, è una buona proposta, la sosterrò", ha dichiarato Wojciechowski.

Durante i lavori con i ministri è emerso che 8 Paesi membri hanno utilizzato la flessibilità sugli aiuti di Stato garantita dalle misure anti-Covid per settori specifici per 1,23 miliardi di euro. Oltre la metà (650 milioni) fanno parte dello schema olandese per florovivaismo e patate. "Sono misure eccezionali - ha detto il commissario - ma è vero che esiste un rischio di distorsione della concorrenza, e questa è una ragione in più per rafforzare il bilancio della Pac nel prossimo bilancio Ue".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie