Coronavirus: Ue, rimborsati fornitori frutta nelle scuole

Distribuzione fondi per 2020/21, 30 milioni a Italia

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Per l'anno scolastico 2019/20 gli Stati membri potranno rimborsare i fornitori di frutta, verdura e prodotti lattiero-caseari la cui distribuzione gratuita agli studenti, prevista nel programma Pac per le scuole, si è interrotta a causa del coronavirus. Lo ha chiarito la Commissione europea in occasione della pubblicazione in Gazzetta ufficiale Ue dell'allocazione dei fondi per il programma Pac frutta e latte nelle scuole per l'anno scolastico 2020/21.

I prodotti non distribuiti quest'anno potranno essere donati a ospedali, organizzazioni di beneficenza, banche alimentari o altri canali per raggiungere i più bisognosi.

Nel 2020/21 l'Ue garantirà 145 milioni di euro per la distribuzione di frutta e verdura e 105 milioni di euro per la distribuzione di latte e prodotti lattiero-caseari agli studenti. Per l'Italia ci sono circa 30 milioni, poco meno di 20,9 milioni per l'ortofrutta e 9,1 per i prodotti lattiero caseari. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie