Agricoltura, mercato trattori nuovi in Italia è quasi fermo

Dati Cema, è boom invece di quelli di quelli usati

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Il mercato dei trattori agricoli in Italia cresce meno che nel resto d'Europa, e l'usato supera il nuovo. È quanto emerge dall'analisi di Cema, l'organizzazione europea delle macchine agricole. Nel primo semestre 2019, le vendite di trattori nuovi nell'Ue sono aumentate del 10% rispetto allo stesso periodo del 2018 e il mercato si è assestato dopo l'entrata in vigore nello stesso anno di nuove norme Ue sulle omologazioni. In questo quadro, in Italia si registra una tendenza "preoccupante", scrive Cema. Il nostro Paese si conferma terzo mercato Ue con l'11% delle registrazioni dopo Germania (16%) e Francia (14%), ma i dati 2019 indicano una crescita del 6,5%, a fronte del +18% della Germania e del boom in corso in Francia (+47%). Le vendite sono dominate dalle macchine di seconda mano. Nel 2018, le vendite di trattori usati sono più che raddoppiate rispetto a quelle dei nuovi e per i primi cinque mesi del 2019 il numero degli esemplari usati venduti in Italia supera già le registrazioni totali di nuovi trattori per tutto l'anno 2018.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."