Oltre 18mila capi certificati Igp per il Vitellone Bianco

Rappresentano in Italia 85% chianina, marchigiana e romagnola

Redazione ANSA

ROMA - Sono 18.194 (9.344 di razza Chianina, 6.459 Marchigiana e 2.391 Romagnola) i capi certificati a marchio Igp nel 2019 del Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale. A renderlo noto è il Consorzio di tutela della denominazione ottenuta dalla carne nel 1998 dall'Unione europea. I capi certificati rappresentano - precisa una nota - oltre l'85% dei capi delle razze chianina, marchigiana e romagnola presenti in Italia.

Attualmente l'intera filiera è composta da 3.177 allevatori, 79 mattatoi, 78 operatori commerciali, 117 laboratori di sezionamento e 1076 macellerie. E' ricordato che il disciplinare di produzione comprende l'intero territorio di Umbria, Marche, Molise e Abruzzo e le province di Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini per l'Emilia Romagna, le province di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Pisa, Pistoia e Siena per la Toscana, le province di Frosinone, Rieti, Viterbo e parte delle province di Roma, Latina per il Lazio. Benevento, Avellino e parte della provincia di Caserta per la Campania.

Il Consorzio di tutela Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale Igp è stato costituito nel 2003 ed è stato ufficialmente riconosciuto dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali nel 2004. E' formato da 1827 soci tra allevatori, macellatori e porzionatori 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie