Umbria, 1,9 milioni di euro in più per l'innovazione rurale

La Giunta regionale approva procedure per impegnare le risorse del Psr

Redazione ANSA

PERUGIA - La Regione Umbria "è al fianco delle imprese con un'ulteriore somma di 1,9 milioni di euro che consente di sostenere un maggior numero di progetti presentati per l'accesso ai contributi dei bandi del Programma di sviluppo rurale e risultati ammissibili": la Giunta regionale ha approvato procedure e criteri da applicare per impegnare le risorse "per interventi in favore delle imprese, incluse la ricerca e l'innovazione" derivanti dall'Accordo Stato-Regioni dell'ottobre scorso in materia di concorso regionale alla finanza pubblica e di rilancio degli investimenti pubblici.

"I bandi del Psr a sostegno dell'innovazione del sistema agricolo e agroalimentare per interventi che si fanno in gruppo e rete hanno suscitato notevole interesse e hanno coinvolto attivamente un gran numero di imprese, istituzioni della ricerca, fornitori di servizi -  ha sottolineato l'assessore all'Agricoltura, Fernanda Cecchini -. Ora, per utilizzare le risorse aggiuntive che derivano dall'accordo con il Governo e che la Regione ha inserito nel bilancio di previsione 2019-2021, vengono finanziati i progetti a valere sulla Misura 16 del Psr, sottomisura 16.1 e 16.2, risultati ammissibili ma non finanziati per carenza di risorse o finanziati parzialmente".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."