Emilia-Romagna
  1. ANSA.it
  2. Emilia-Romagna
  3. Ricatto alla colf: "Stai con me o ti distruggo i documenti"

Ricatto alla colf: "Stai con me o ti distruggo i documenti"

Nei guai un 55enne. La donna sentita ieri dal Gup di Ravenna

Dopo la breve relazione con la colf assunta per accudire l'anziana madre e sbrigare le faccende di casa, per circa un anno avrebbe continuato a pretendere dalla donna rapporti sessuali tramite minacce, botte e la "promessa" di distruggerle i documenti per il permesso di soggiorno.

Protagonista del contestato ricatto sessuale - secondo quanto riportato dai due quotidiani locali - è un 55enne di origine marocchina residente a Ravenna e accusato di lesioni personali e violenza sessuale aggravata.

La donna, sentita ieri come parte civile (avvocato Valentina Bartolini) davanti al Gup Janos Barlotti, ha riferito quanto accadutole tra il 2020 e il 2021 a Ravenna, città nella quale si era trasferita, in seguito all'arrivo nel 2019 in Italia, proprio in ragione dell'offerta di lavoro. Una volta a casa del 55enne, era iniziata una relazione affettiva poi interrotta a suo dire a causa dei comportamenti aggressivi dell'uomo e della sua reticenza a regolarizzarla.

L'ultimo affronto lo avrebbe subito a settembre 2021 quando il datore di lavoro, di fronte all'ennesimo rifiuto, l'avrebbe spinta fuori casa facendole battere la testa (dieci i giorni di prognosi). Ora si trova in un alloggio di Linea Rosa. L'imputato, difeso dall'avvocato Luca Borghesi, ha fatto richiesta di rito abbreviato condizionato alla produzione di alcuni documenti.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Aeroporto di Bologna


        Modifica consenso Cookie