Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sanità: nuovo studio Modena-Bologna Reggio E. su tumore seno

Sanità: nuovo studio Modena-Bologna Reggio E. su tumore seno

Irradiazione parziale accelerata riduce durata radioterapia

MODENA, 10 gennaio 2023, 12:51

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Azienda ospedaliero-universitaria di Modena e Azienda Usl di Bologna, in evidenza nella ricerca di nuovi approcci terapeutici per il tumore della mammella, tramite l'irradiazione parziale accelerata, delle pazienti già sottoposte a intervento di chirurgia conservativa.
    Lo studio, coordinato da Giovanni Frezza, già direttore del Dipartimento Oncologico e della Radioterapia dell'Azienda Usl di Bologna assieme a Bruno Meduri, oncologo radioterapista della Radioterapia Oncologica del Policlinico di Modena, diretta dal prof. Frank Lohr, è stato pubblicato sull'ultimo numero del Journal of Clinical Oncology - il periodico della Società Americana di Oncologia - tra le riviste più importanti di settore e ha visto la partecipazione della Radioterapia dell'Ausl Irccs di Reggio Emilia diretta da Cinzia Iotti.
    Azienda Usl Irccs di Reggio Emilia Partito nel 2007 con l'arruolamento concluso nel 2019 grazie alla collaborazione dei principali centri di radioterapia oncologica della Regione Emilia-Romagna, lo studio ha poi coinvolto 35 centri a livello nazionale ed internazionale.
    "Lo studio - ha spiegato Bruno Meduri, co-coordinatore della ricerca - ha valutato un innovativo approccio di irradiazione parziale della mammella, arruolando più di 3.000 pazienti tra Italia, Olanda, Israele, Svizzera e Spagna, un quarto delle quali, 750, tra le donne in cura nell'Azienda Usl di Bologna. Il trattamento solo di una parte della mammella in un modo accelerato consente di ridurre notevolmente la durata complessiva della radioterapia a soli 5 giorni. Si tratta dello studio su questo argomento che ha coinvolto il maggior numero di pazienti a livello mondiale". "L'ipotesi che lo studio Irma ha indagato - ha sottolineato Giovanni Frezza - è la possibilità di ridurre in maniera significativa la durata del trattamento, che negli schemi standard è di 3-5 settimane, senza comprometterne l'efficacia" e interesserà circa il 40% delle donne sottoposte a chirurgia conservativa, permetteranno di aumentare il numero delle pazienti trattate nello stesso arco di tempo.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza