Emilia-Romagna

Comunali Bologna: Battistini, in lista veri civici

'Lepore sempre più a sinistra, parliamo a elettori disorientati'

"Una lista civica vera, di cui fanno parte trentasei persone con profili diversi. Non sono civici perché indicati da qualche segreteria di partito, sono persone che ci hanno messo la faccia e sanno risolvere i problemi. Traffico, degrado, mancato sviluppo di Bologna: abbiamo idee per risolvere questi nodi". Così il candidato sindaco del centrodestra Fabio Battistini che con un flash mob, in Piazza del Nettuno, ha presentato la lista di candidati per il Consiglio comunale. Capolista sarà Gian Marco De Biase, consigliere comunale uscente del gruppo misto.
    Ai piedi del monumento, è stato srotolato uno striscione sostenuto da tutti i candidati che hanno esposto anche un cartello con scritto: 'Io sono l'imprevisto'. "Io sono l'imprevisto - spiega Battistini - ci mettiamo la faccia per parlare di cose concrete e risolvere i problemi della città. Noi non siamo un partito, non facciamo epurazioni. Vogliamo parlare a tutti gli elettori disorientati. Siamo tutt'altra cosa rispetto a un candidato sindaco, Matteo Lepore, che si sta spostando sempre più a sinistra, che strizza l'occhio ai centri sociali, che dà adito a epurazioni a chi non si uniforma a un pensiero unico. Noi siamo diversi: siamo civici, siamo una lista aperta, accogliamo tutti".
    Ai cronisti che chiedono a Battistini se abbia sentito gli assessori comunali Alberto Aitini e Virginia Gieri, non ricandidati dal Pd, il candidato del centrodestra risponde: "Io parlo con tutti. Normalmente quando qualcuno mi chiama sono abituato a dialogare con lui".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie