Emilia-Romagna

Vaccini: Bonaccini, rischio taglio forniture Pfizer a luglio

'La variante Delta spaventa, ma molto meno se vaccinati'

Il rischio, con l'estate e le vacanze alle porte, di un abbassamento della guardia delle persone davanti al coronavirus "c'è, anche in buona fede" ma "ora abbiamo il rischio che Pfizer a luglio rallenti rispetto alle forniture attese e stiamo discutendo con il governo in queste ore e giorni" di questo. Lo ha detto Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna, ospite di Mattino5.
    Quanto alla variante Delta, anche in considerazione del focolaio arginato nel Piacentino, "in Gran Bretagna vediamo che un po' di spavento lo crea", dice Bonaccini, "può fare paura, ma se si è vaccinati fa molta, molta meno paura. E il fatto che in Emilia-Romagna riusciamo a sequenziale tutti, ci aiuta a intervenire più rapidamente possibile".
    "Bisogna fare appelli alla popolazione: gli oltre 120mila morti in Italia e 13mila morti in Emilia-Romagna non sono arrivati per i vaccini ma sono arrivati purtroppo a causa di questo virus", aggiunge. "Le cose vanno meglio", ma "bisogna dar l'ultima zampata al virus".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie