Vaccini: Caiumi, è giunta l'ora del mondo delle imprese

Abbiamo bisogno di date e modalità certe non di ulteriori rinvii

Sul fronte della campagna vaccinale, "dal 27 dicembre scorso attendiamo, consapevoli e concordi nella priorità di medici, anziani, soggetti fragili, mondo della scuola, mondo dell'università. Ora che scuole e università si accingono a concludere l'anno di attività, crediamo sia giunta l'ora di considerare anche il mondo delle imprese private con i suoi collaboratori e famigliari. Siamo stati rigorosi nell'attesa, ma ora dobbiamo viaggiare velocemente su un binario parallelo. È un doveroso segnale di rispetto anche verso queste persone". E' quanto sostiene, in una lettera aperta, il presidente di Confindustria Emilia, Valter Caiumi secondo cui "oggi abbiamo bisogno di date e modalità certe, e non di ulteriori rinvii, per poter procedere alla vaccinazione dei nostri collaboratori".
    A giudizio del leader degli industriali di Bologna, Ferrara e Modena, quelle che operano nel mondo imprenditoriale sono "persone che, per dovere della comunità verso i soggetti più deboli, hanno pagato anche personalmente. Una collettività di persone che ora, non solo deve supportare una competizione internazionale, - aggiunge nella missiva - ma che ha più di altri necessità improrogabili di riprendere a viaggiare per non perdere ulteriori marce nella corsa sui mercati mondiali, che già da qualche mese ci consegna una competizione ancor più aggressiva e selettiva di prima, dove la scarsità di fattori essenziali come materie prime e trasporti sta ulteriormente compromettendo la stabilità di centinaia di piccole e medie imprese".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie