In Emilia-Romagna non è ancora vaccinato il 22% dei sanitari

Più avanti del resto d'Italia la campagna per gli over 80

Il 22% del personale sociosanitario emiliano-romagnolo non è vaccinato. E' questa la principale criticità che riguarda l'Emilia-Romagna che emerge dal report vaccinale del governo aggiornato a questa mattina.
    Sono infatti 41.177 gli appartenenti a questa categoria (21,98%) a non aver ricevuto nemmeno una dose. Solo Friuli, Liguria e Alto Adige hanno un dato peggiore, rispetto a una media nazionale dell'8,37%. Il 65,69% ha ricevuto entrambe le dosi, il 78,02 almeno una.
    La Regione è invece molto più avanti rispetto alla media per la vaccinazione degli over 80: il 47,78% ha completato il ciclo, il 79,75% sono quelli che hanno ricevuto almeno una dose, ben al di sopra della media nazionale che è rispettivamente del 38,79% e del 68,2%. La Regione conta di concludere l'immunizzazione degli over 80 entro la prima settimana di maggio.
    Significativamente più avanti del resto d'Italia anche le vaccinazione degli over 70: la prima dose ha raggiunto infatti il 27,86% contro il 19,89% del resto d'Italia ed è, peraltro, quasi esclusivamente limitata agli over 75, visto che nella fascia 70-74 anni le prenotazioni apriranno lunedì. Quasi completata anche la vaccinazione degli ospiti delle Rsa, con il 90,81% che ha ricevuto almeno una dose e il 78,21% entrambe.
    Per quanto riguarda il personale scolastico invece è pari al 68,89% la quota di chi è stato vaccinato con la prima dose, appena sotto la media nazionale. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie