Covid: casi dopo Messa delle Palme nel Bolognese, polemica

A Calderara di Reno. Commenti di critica su appello del sindaco su Fb ai tamponi

Appello a Calderara di Reno, comune dell'area metropolitana di Bologna, poco più di 13mila abitanti, a fare tamponi per casi di coronavirus segnalati dopo un appuntamento specifico, ovvero la Messa della domenica delle Palme (28 marzo) delle ore 18 a Lippo di Calderara. Il sindaco Giampiero Falzone condivide l'avviso su Facebook chiedendo ai concittadini che hanno partecipato alla funzione di segnalarsi, per contenere l'eventuale diffusione del virus dopo alcuni positivi che hanno preso parte alla celebrazione religiosa. Al suo post diversi commenti polemici di cittadini sulla chiusura di esercizi e attività culturali in zona rossa, contrapposta all'apertura delle chiese.
    Il sindaco si difende: un sindaco, scrive, "non può" chiudere le chiese, ma può farlo "lo Stato, vista l'esistenza di un protocollo nazionale con la Conferenza Episcopale Italiana circa la ripresa delle celebrazioni con il popolo". In questa fase, aggiunge per spegnere le polemiche, "a me interessa individuare chi era presente per il bene di tutti, anche suo. É un'azione di Sanità Pubblica per tamponare chi era lì ed evitare contagi, visto che ognuno di noi potrebbe avere un contatto con un positivo che è stato a messa, che non sa di esserlo. Invece di polemizzare su tutto andiamo tutti all'obiettivo di individuare chi era presente".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie