Da Ondina Valla a basket, Sef Virtus Bologna compie 150 anni

Per il Dantedì organizza una 'virtussina commedia'

La Società di Educazione Fisica Virtus di Bologna (Sef Virtus) nel 2021 festeggia i 150 anni, anche se non ha ancora potuto completare nessuno degli eventi che aveva organizzato per l'anniversario.
    Oggi per l'8 marzo, doveva essere lanciato il premio 'Ondina Valla', intitolato alla prima italiana a vincere una medaglia d'oro ai Giochi. Il riconoscimento è spostato online: sui social di Virtus 150 compare l'hasthag #8marzotuttiigiorni e comincia la raccolta degli interventi delle donne del Comitato Promotore, impegnate a raccontare quanti e quali ostacoli hanno dovuto superare nella vita personale e professionale per realizzarsi pienamente.
    Poi, alla vigilia del Dantedi', Virtus150 ha selezionato due studenti di letteratura e il 25 marzo è prevista una recita pubblica de "La virtussina commedia" che abbinerà personaggi danteschi a figure rappresentative del passato e del presente della Virtus". Dante sarà l'avvocato Gianluigi Porelli, per anni numero uno della Virtus basket, che avrà Virgilio in Lucio Dalla, grande tifoso delle Vu nere. Il fondatore della Virtus Emilio Baumann sarà all'inferno, non in castigo ma per analogia con Ulisse, dunque con il suo invito a "seguir virtute e canoscenza". Ondina Valla sarà Beatrice, i tre giganti saranno i giocatori di basket di cui è stata ritirata la maglia e ci saranno anche Paolo e Francesca con Luigi Samele e Olga Karlan, atleti di punta della Virtus Scherma impegnati nel cammino verso Tokyo.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie