Ucciso davanti a villa, custode condannato a 1 anno e 4 mesi

La sentenza a Bologna, fu omicidio colposo con colpa cosciente

Un anno e quattro mesi, con la sospensione condizionale e la conferma dell'accusa ipotizzata dalla Procura di omicidio colposo con colpa cosciente. E' questa la sentenza pronunciata in abbreviato dal Gup del tribunale di Bologna a carico del 69enne Stefano Natalini, custode di una villa di Bazzano dove il 5 dicembre 2019 un 21enne romeno venne ucciso a colpi di revolver durante un probabile tentativo di furto.
    Inizialmente l'uomo venne accusato di omicidio preterintenzionale, poi le indagini conclusero per l'omicidio colposo, aggravato dal fatto di avere sparato prevedendo il rischio di poter colpire qualcuno.A queste conclusione gli investigatori, coordinati dal Pm Manuela Cavallo, sono arrivati sulla base delle verifiche fatte dai carabinieri della sezione investigazioni scientifiche e di una perizia balistica. Il pm Cavallo aveva chiesto una condanna a due anni. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie