Vaccini: consegnate in E-R le prime 7.400 dosi di Moderna

Il 15% della prima fornitura arrivata in Italia

Sono state consegnate nel primo pomeriggio in Emilia-Romagna le prime 7.400 dosi del vaccino sviluppato dall'azienda statunitense Moderna, che nell'ultima settimana ha avuto il via libera da Commissione europea e Aifa, dopo il parere favorevole di Ema. Si tratta del secondo vaccino approvato in Europa dopo quello di Pfizer-Biontech, di cui l'Emilia-Romagna ha ricevuto oggi oltre 131mila dosi.
    Le 7.400 dosi di Moderna sono state inizialmente suddivise tra Parma, Modena, Bologna, Ferrara e 'Romagna' - sede Forlì - come sedi logistiche: verranno infatti utilizzate per fare i vaccini nelle strutture socio-assistenziali da Piacenza a Rimini. Si tratta di oltre il 15% del totale della prima fornitura arrivata in Italia, costituita complessivamente da 47.000 dosi.
    "Mentre la campagna vaccinale procede a pieno ritmo, e vede l'Emilia-Romagna come la regione con il più alto numero di dosi somministrate rispetto al numero di abitanti, oggi possiamo essere felici di un ulteriore passo in avanti verso il ritorno alla normalità - dice l'assessore alla Sanità, Raffaele Donini- L'arrivo delle prime dosi del secondo vaccino, quello di Moderna, è molto importante, perché più somministrazioni significa sempre più persone al sicuro, e dà alle Aziende la possibilità di programmare immediatamente il calendario delle vaccinazioni, che ricordiamo in questa prima fase sono destinate al mondo sanitario e delle strutture per anziani".
    Alle 16.30, intanto, i vaccinati in regione hanno raggiunto quota 91.582, di cui 6.448 oggi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie