Traduce e ricopia a mano la Bibbia in dialetto piacentino

'Amanuense del terzo millennio', la storia su quotidiano Libertà

Ha tradotto la Bibbia in dialetto piacentino, impiegandoci quattro anni. E poi l'ha stampata: dieci grandi volumi, per ora in sole trenta copie numerate.
    Luigi Zuccheri è stato cantoniere e messo comunale di Alseno, il Comune ai confini tra le provincia di Piacenza e Parma in cui abita. Oggi è pensionato con la passione per la scrittura in vernacolo. La sua storia di "amanuense del terzo millennio", come lo definisce questa mattina il direttore Pietro Visconti sul quotidiano Libertà, ha trovato anche un mecenate nell'imprenditore Gianfranco Curti, presidente del gruppo Gas Sales, che a sue spese ha stampato la 'Bibbia in piasintein'.
    "Ho scritto tutto a mano con delle vecchie stilografiche acquistate sui mercatini dell'antiquariato - racconta l'autore - per me è stato come pregare, mi ha dato sollievo, tradurre la parola di Dio in linguaggio quotidiano popolare è stato il modo per esaudire un mio bisogno". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie