Assolti a Piacenza Bellomo e Nalin

Erano accusati di stalking e lesioni su una giovane donna

Assolti entrambi a Piacenza l'ex giudice del consiglio di Stato Francesco Bellomo e l'ex pm di Rovigo Davide Nalin. Erano a processo per stalking e lesioni ai danni di una borsisa della scuola 'Diritto e Scienza'. La ragazza, per l'accusa, sarebbe stata insultata, minacciata e sottoposta a interrogatori sulla vita sessuale. Il gup li ha invece assolti dalle lesioni volontarie perché il fatto non sussiste ed è caduta anche l'accusa di stalking, non procedibile perché era stata ritirata la querela, già a settembre 2018. Il pm Emilio Pisante e il procuratore Grazia Pradella avevano chiesto tre anni e quattro mesi per Bellomo, un anno e quattro mesi per Nalin. 

Si tratta della prima sentenza penale per Bellomo, dopo un'archiviazione a Milano. A Bari Bellomo e Nalin sono stati rinviati a giudizio per maltrattamenti nei confronti di borsiste, con processo al via il 3 dicembre. 

"Si chiude una vicenda molto dolorosa, che ha avuto un impatto mediatico molto forte. Come spesso accade, quando nel processo si ricostruisce la verità, i fatti risultano nella prospettiva propria del processo penale diversi da quelli rappresentati nei media. E' infatti il processo la sede dove si deve fare una distinzione tra comportamenti eventualmente non condivisibili o moralmente opinabili, magari inopportuni dal punto di vista deontologico e quelli penalmente rilevanti. Questa distinzione è fondamentale nel diritto penale laico e liberale", il commento dei difensori degli imputati, avvocato Beniamino Migliucci e professor Vittorio Manes. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie