• Focolaio Covid in Bartolini, Uil: 'Lavoratori terrorizzati'. Ausl Bologna valuta la chiusura

Focolaio Covid in Bartolini, Uil: 'Lavoratori terrorizzati'. Ausl Bologna valuta la chiusura

Fit-Cisl, settore ad alto rischio. Cobas: incontro con Bonaccini

I lavoratori della Bartolini corriere espresso "sono terrorizzati" per il focolaio di coronavirus in un magazzino di Bologna. Lo afferma all'ANSA Maurizio Lago, segretario della Uil Trasporti Emilia-Romagna. "Noi stiamo chiedendo di fare un lockdown di quel sito. Andrebbe bloccato tutto. Qui si parla della salute dei lavoratori e per noi tra la produzione e la salute dei lavoratori non ci sono dubbi".

Se fossero stati rispettati i protocolli di sicurezza, osserva Lago, il contagio non sarebbe partito. "Andrebbe bloccato tutto. Invece hanno messo in quarantena solo la cooperativa interna, secondo noi è sbagliatissimo". Per il sindacalista a essere preoccupati sono gli autisti e spedizionieri, "che girano per Bologna" e bisogna capire se hanno avuto rapporti con il personale della coop. Per questo la Uil chiede che sia esteso anche a loro lo screening con i tamponi. Fit-Cisl evidenzia come il settore sia ad alto rischio e sottolinea il punto critico dei controlli, che sarebbero "pochi". Il sindacato Cobas chiede invece un incontro urgente al presidente della Regione Stefano Bonaccini e al sindaco di Bologna Virginio Merola "per aprire un tavolo di confronto che definisca i criteri di sicurezza e le modalità che permettano ai lavoratori di lavorare in sicurezza".

E intanto sono 27 i nuovi casi di positività relativi al focolaio, che si sommano ai 64 censiti fino a giovedì. Lo comunica la Regione Emilia-Romagna che, nelle ultime 24 ore, rileva, nel complesso 46 nuovi casi, 39 dei quali asintomatici. La maggioranza dei casi (37 su 46) sono in provincia di Bologna. Secondo i dati, aggiornati alle 12, si registrano tre decessi: uno a Bologna, uno a Ferrara e uno a Modena, che portano il totale a 4.252.

"Siamo in attesa per domani dei risultati dei tamponi eseguiti anche ad amministrativi, autisti e altro personale. Faremo una valutazione del focolaio: se ci sono evidenze epidemiologiche e condizioni specifiche, per come si è manifestato, potrebbe essere una strada da percorrere quella di proporre la sospensione dell'attività", ha detto all'ANSA Paolo Pandolfi, direttore del dipartimento di Sanità pubblica dell'Ausl di Bologna sul focolaio alla Bartolini.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie