Riapre il Mambo di Bologna con orari ridotti

Misure di protezione e contingentamento degli ingressi

Riapre dal 19 maggio il Mambo, il museo d'arte contemporanea di Bologna. Lo farà con orari rimodulati e una serie di accorgimenti per essere in linea con le norme. Dal 19 maggio, gradualmente, riapriranno anche le altre collezioni gestite dall'Istituzione Bologna musei.
    La nuova articolazione, infatti, prevede un modello di differenziazione degli orari 'a scacchiera' tra i diversi musei, per evitare assembramenti e garantire una frequente sanificazione degli spazi. Il Mambo sarò aperto dalle 14 alle 18.30, mentre il sabato e i festivi l'apertura sarà anticipata alle 11.
    Si prevede la prevendita del biglietto, l'obbligo di mantenere la distanza di sicurezza e di indossare la mascherina, il contingentamento in slot per l'ingresso frazionato dei visitatori, cartelli espositivi e messa a disposizioni di gel igienizzanti. Non saranno invece disponibili audioguide, schermi touch screen e guardaroba.
    Nelle prime settimane di riapertura, l'Istituzione Bologna Musei attiverà un monitoraggio sull'andamento del flusso di visitatori e sull'efficacia delle misure organizzative.
    A breve si potrebbe anche ufficializzare la notizia della riapertura, con proroga fino a dicembre 2020, dell'imponente progetto espositivo 'Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna', promosso e progettato dal Museo Civico Archeologico, per il cui allestimento sono stati riuniti oltre 1400 oggetti provenienti da 60 musei. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie