Emilia-Romagna

Coronavirus: detenuto muore in ospedale a Bologna

Era stato arrestato a febbraio per l'omicidio della madre

Un detenuto del carcere della Dozza di Bologna è morto all'ospedale Sant' Orsola, dove era ricoverato nel reparto Covid. L'uomo, 59 anni, era risultato positivo e aveva un quadro clinico già compromesso anche da altre patologie. Era stato arrestato per avere ucciso lo scorso 16 febbraio a Bologna la madre Cesarina, di 86 anni. L'uomo, accusato di omicidio e maltrattamenti in famiglia, aveva picchiato e colpito con una serie di coltellate all'addome l'anziana, nell'appartamento di edilizia popolare in via Francesco Nullo, zona Savena, dove i due abitavano.
    Dopo poche settimane di detenzione si era ammalato ed era stato portato in ospedale. E' il secondo detenuto della Dozza a restare vittima del Coronavirus: a inizio aprile era morto Vincenzo Sucato, 76 anni.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie