Reggio Emilia, azienda produrrà 150mila mascherine al giorno

Nuova Sapi converte linea di produzione, saranno 'low cost'

Mascherine chirurgiche innovative 'anti-Coronavirus' composte da tre strati di tessuto non tessuto (quello esterno idrorepellente, quello più interno antibatterico e il terzo anallergico per evitare di lasciare segni o abrasioni a chi le indossa), riutilizzabili dieci volte dopo averle lavate e disinfettate. A produrle sarà la Nuova Sapi di Casalgrande, azienda reggiana che da 40 anni opera nel settore della pulizia industriale, cibo e medicale, che ha deciso di convertire sulle mascherine una linea produttiva. La produzione è iniziata già oggi: l'azienda realizzerà fino a 150.000 mascherine al giorno.

Queste saranno distribuite in via prioritaria ai presidi sanitari dell'Emilia-Romagna e ai lavoratori di quelle imprese che restano aperte e ai cittadini. Una restante parte sarà poi acquistata dalle farmacie comunali riunite di Reggio Emilia che le venderanno a un prezzo di circa 50 centesimi di euro a pezzo.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere
    Aeroporto di Bologna



    Modifica consenso Cookie