Emilia-Romagna

Nasce centro di cura per le tartarughe

Nella sede Arpae due vasche per accudire gli animali feriti

Taglio del nastro a Goro (Ferrara), per il primo Centro di soccorso e cura delle tartarughe marine, al servizio di tutta la costa ferrarese. Ha trovato casa nella sede locale dell'Arpae, dove sono state posizionate due vasche per accogliere e accudire gli animali malati o feriti.
    "È la seconda struttura di questo tipo che sorge sulla costa emiliano-romagnola dopo 'l'ospedale delle tartarughe' di Riccione", ha spiegato l'assessore regionale all'Ambiente, Paola Gazzolo. "I due centri sono fondamentali per la conservazione della biodiversità e per la tutela di specie in via di estinzione, come appunto le tartarughe marine". All'attività del nuovo Centro collabora un pool di enti composto dalla polizia provinciale di Ferrara, Fondazione Cetacea e alcune importanti realtà associative. "Ospitare il nuovo Centro - ha aggiunto la responsabile di Struttura oceanografica Daphne di Arpae, Carla Rita Ferrari - è un ulteriore passo in avanti nella tutela dell'Adriatico".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie