Dormono in corsia, infermieri licenziati

Lavoravano all'ospedale Maggiore di Bologna, pugno duro Ausl

   Due infermieri e un operatore socio sanitario sono stati licenziati dall'Azienda Usl di Bologna.
  Sono accusati di aver dormito in una stanza mentre erano di turno nel reparto di medicina dell'ospedale Maggiore. Lo riporta l'edizione locale di Repubblica.
    Il provvedimento è arrivato dopo un'inchiesta interna di cinque mesi, partito dalla segnalazione di alcuni dipendenti.
    Nella notte tra il 14 e 15 gennaio alcuni pazienti furono costretti a chiamare il centralino per avere assistenza. Altri operatori andarono a vedere e trovarono i tre, tutti fra i 30 e i 40 anni che dormivano.
    "Non ci sono ombre sull'accaduto, agli atti dell'azienda risultano coerenti tutte le testimonianze", ha detto la direttrice Chiara Gibertoni.
    Secondo i sindacati, invece, il provvedimento è sproporzionato. "Devono essere sanzionati - dice Gaetano Alessi, segretario Fp-Cgil - ma buttarli in mezzo a una strada è un provvedimento eccessivo".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie