Morto durante lite, l'indagato torna libero

Pm non chiede misure. Si approfondirà se è legittima difesa

La Procura di Forlì ha disposto, dopo l'interrogatorio, la liberazione di Mirco Guerrini, agente di commercio di 44 anni indagato per la morte di Antonio Rinelli, 46 anni, deceduto nella notte tra domenica e lunedì a San Mauro Mare, durante una colluttazione. Rinelli era andato a casa dell'ex compagna e lì aveva trovato Guerrini. I due hanno discusso, la lite è degenerata e si sono affrontati a mani nude, in strada. Guerrini è stato arrestato dai carabinieri per omicidio preterintenzionale e ricoverato per le lesioni.

La decisione di non chiedere misure coercitive è stata presa dal pm Sara Posa, dopo aver valutato che Guerrini è incensurato e dal momento che dagli atti emerge l'episodicità della sua condotta. Già la contestazione di omicidio preterintenzionale suggeriva fin da subito assenza di volontà omicida. Bisognerà anche approfondire se possa sussistere la legittima difesa. Una volta dimesso, l'uomo sarà libero. L'arresto dovrà comunque essere convalidato.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie