Borgonzoni teste, sinti la schiaffeggiò

Il sottosegretario leghista in Tribunale a Bologna

 "Eravamo alla fine del sopralluogo, quando una delle residenti dell'area di sosta mi ha aggredito. La signora pretendeva di andare in un campo lì dietro e darmi un pugno, poi sono stata insultata, mi ha dato uno schiaffo, un pugno nello stomaco e mi ha colpito con un calcio.
    Mentre andavamo via stavano raccogliendo delle pietre, ma sono stati fermati". A parlare è il sottosegretario alla Cultura, la senatrice leghista - e consigliera comunale a Bologna - Lucia Borgonzoni, che stamattina si è presentata nel Tribunale bolognese per testimoniare nel processo a carico della sinti 52enne che la colpì il 3 novembre 2014.
    L'episodio si verificò durante una visita al campo nomadi di via Erbosa, dove Borgonzoni, all'epoca consigliera comunale, si era recata assieme all'allora candidato del Carroccio alla Regione, Alan Fabbri. La 52enne, come testimonia un video, si scagliò contro Borgonzoni per cacciarla: è accusata di violenza privata e ingiurie, reati aggravati perché commessi contro un pubblico ufficiale.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie