Emilia-Romagna

Edson Tavares ribadisce, 'io innocente'

Annunciato ricorso in Cassazione. I legali di Gessica: 'Finora sempre colpevole per i giudici'

Continua a sostenere la propria innocenza Edson Tavares, condannato a 15 anni, 5 mesi e 20 giorni dalla Corte di Appello di Bologna per aver aggredito con l'acido e perseguitato l'ex fidanzata, la showgirl riminese Gessica Notaro. Lo dicono i difensori del 30enne capoverdiano, gli avvocati Riccardo Luzi, Alessandro Pinzari e Andrea Tura, annunciando ricorso in Cassazione. "A riflettori spenti - si legge - per una completa informazione ci corre l'obbligo di puntualizzare che la Corte di Appello di Bologna in accoglimento di quanto prospettato dalla difesa dell'imputato e nonostante l'opposizione della parte civile ha riconosciuto la riunione dei processi, il vincolo della continuazione e riqualificato la recidiva contestata in senso più favorevole all'imputato".

Gli avvocati precisano di aver preso pubblicamente posizione "perché l'informazione di questi giorni sembra aver eclissato il punto di vista dell'imputato che invece ancora una volta grida la propria innocenza".

"È un suo diritto continuare a proclamarsi innocente", solo "una constatazione: fino ad ora, tutti i giudici che nelle diverse fasi processuali hanno giudicato e sentenziato in nome del popolo italiano, hanno ritenuto l'imputato colpevole dei gravi reati contestatigli". Così gli avvocati di Gessica Notaro - Alberto e Fiorenzo Alessi - replicano a Edson Tavares: finora è stato condannato "senza alcun dubbio ed incontestabilmente. Di questo, e solo di questo, al momento si deve oggettivamente tenere conto", ribadiscono i legali di Gessica, pur precisando di non avere, "come avvocati della persona offesa e parte civile signora Notaro, nessuna osservazione o rilievo. Per di più ancora in assenza delle motivazioni della sentenza della Corte di Appello di Bologna di giovedì scorso". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna



Modifica consenso Cookie