Emilia-Romagna

Lamentela per un telefonino diventa una rissa

Aggressiva protesta di due coniugi in un negozio di Bologna

Il telefonino portato a riparare, ritirato ieri sera, non era stato sistemato a dovere e così marito e moglie, accompagnati dalla figlia di due anni, si sono presentati per 'farsi giustizia'. La lamentela è degenerata in rissa, verso mezzogiorno, in un negozio di via Matteotti, a Bologna, dove la Polizia è intervenuta con diverse pattuglie.
    Alla fine tutti i litiganti, cinque persone fra clienti e commercianti, sono state denunciate e in tre sono andati al pronto soccorso. A entrare a protestare sono stati due coniugi, lui tunisino di 31 anni e lei romena di 28. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, con i filmati di videosorveglianza, hanno avuto un atteggiamento molto aggressivo e la donna ha anche infranto a calci la vetrina. I tre bengalesi che erano nel negozio (il titolare 41enne e due collaboratori) si sarebbero difesi rispondendo alle percosse. Ad avere la peggio è stato il tunisino, portato in ospedale con diverse contusioni, ma anche due bengalesi hanno avuto bisogno di cure.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna



Modifica consenso Cookie