Federfarma, difesa diritto costituzionale

Dal Re, 'strano lo scarto tra costo ospedaliero e in farmacia'

(ANSA) - BOLOGNA, 25 GEN - "L'obiettivo di Federfarma è difendere un diritto costituzionale" e il ruolo della farmacia.
    Così il presidente di Federfarma Emilia Romagna, Domenico Dal Re, replica alla Regione sullo sciopero. "Non ne facciamo una questione economica: premesso che la nostra remunerazione è la più bassa d'Italia", disposti anche ad abbassarla ancora, il punto è il diritto ad "un servizio accessibile, in termini di vicinanza e tempi".
    E' poi "strano il costo di 1,90 a confezione in distribuzione ospedaliera (contro i 5,02 euro in farmacia)", non si capirebbe perché nel 2014 la Regione ha firmato l'accordo "definendolo privo di costi aggiuntivi". Ammesso che il costo esista, prosegue, lo "paga il cittadino, costretto a recarsi nelle farmacie ospedaliere": poi la farmacia garantisce più "aderenza alle terapie e obbliga al ritiro del farmaco in quantità più razionali e sotto il controllo del medico di famiglia", invece "i farmaci distribuiti in quantità enormi in ospedale" spesso li ritroviamo "inutilizzati o scaduti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna



Modifica consenso Cookie