Esposto calco inedito alla mostra su diamante 'Fiorentino'

Esposizione prorogata fino al 22 febbraio

Redazione ANSA FIRENZE

(ANSA) - FIRENZE, 27 GEN - La mostra 'Il Fiorentino. Il Gran Diamante di Toscana' si arricchisce di un nuovo pezzo finora inedito: un calco in gesso della pietra preziosa rinvenuto nei depositi del Museo Archeologico Nazionale di Firenze (Direzione regionale musei della To-scana). L'esposizione, in corso a Palazzo Medici Riccardi a Firenze, dedicata ad uno dei più preziosi e rari gioielli dei Medici, il 'Gran Diamante' del Granduca di Toscana, noto anche come 'Il Fiorentino', oggi perduto, è stata prorogata fino al 22 febbraio. Il calco, facente parte del Monetiere del Museo Archeologico, in cui nel 1895 confluirono la collezione numismatica e quella glittica provenienti dalle Gallerie degli Uffizi, si spiega in una nota, è conservato in una piccola scatola in pelle da gioielliere.
    Verosimilmente in gesso patinato, il calco del diamante è accompagnato da note manoscritte, una delle quali, sul coperchio del contenitore, identifica l'oggetto come impronta del Gran Diamante di Toscana, mentre la seconda, in un biglietto a parte, riporta il peso in carati, il valore in lire e la descrizione del colore della pietra. "L'aver organizzato questa piccola mostra di ricerca, legata ad un oggetto così particolare e suggestivo - dichiarano Carlo Francini e Valentina Zucchi, curatori della mostra - ha dato la possibilità ai colleghi ricercatori di un'altra istituzione, in questo caso il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, di ritrovare nei loro depositi questo calco straordinario e inedito de 'Il Fiorentino'". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie