Viaggio tra le installazioni di Marini a Siena

Fino al 20 ottobre 'Di Segni e di Sogni'

Redazione ANSA SIENA

SIENA - Un viaggio itinerante tra cinque installazioni, l'ultima delle quali si trova in piazza del Campo a Siena. E' 'Di Segni e di Sogni' la mostra dell'artista Lorenzo Marini, visitabile da oggi e fino al 20 ottobre. La mostra si compone di cinque 'momenti', tra cui una personale nella sala San Pio del Santa Maria della Scala con 22 opere 'mixed media on canvas', che comprendono le ricerche iniziali sul type e sugli alfabeti. Le altre installazioni rappresentano storie visive dell'alfabeto ricreato.

Dall'installazione di acciaio specchiato 'MirrorType' nella Cappella del Manto, al monolite che si accende e si spegne dopo secoli di silenzio nella sala Sant'Ansano. Dalla rappresentazione della tastiera qwerty portata a una dimensione cento volte maggiore, alla pioggia di seimila lettere sospese tra le volte della sala San Galgano. Tutte le installazioni immersive comprendono una colonna sonora appositamente creata da Mariella Nava. Oltre agli spazi museali del complesso museale del Santa Maria della Scala, l'artista ha voluto omaggiare piazza del Campo attraverso un alfabeto scomposto fatto di 35 type circolari attraversabile e percorribile, un'opera che si completa per mezzo del pubblico attivo e non solamente spettatore. "Siena è una città unica al mondo, una cornice culturale dove l'importanza della tradizione viene celebrata per contrasto da un linguaggio così innovativo e sperimentale" spiega Milani. 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie