Cacciucco Pride, festa cucina livornese

Dal primo al 3 luglio di scena il tradizionale piatto di pesce

Redazione ANSA LIVORNO

   LIVORNO - "Cacciucco è mescolanza, fusione di elementi diversi: così è nata la nostra città tanti secoli fa. Oggi abbiamo aggiunto il 'pride' proprio perché il nostro impegno è quello di far conoscere e apprezzare Livorno in tutto il mondo". Nelle parole dell'assessore al Turismo del Comune di Livorno Nicola Perullo, la sintesi del festival gastronomico livornese 'Cacciucco Pride', già in calendario dal primo al 3 luglio prossimi, e per il quale oggi sono stati presentati gli aspetti organizzativi.
    L'amministrazione ha messo a punto alcuni strumenti organizzativi per estendere al massimo la partecipazione al festival. Il primo è quello che riguarda una convenzione che verrà proposta a tutti i ristoratori livornesi per aderire alla manifestazione, in modo da poter far conoscere la qualità del proprio cacciucco, che dovranno compilare un'apposita domanda e consegnarla all'ufficio Turismo entro venerdì 10 giugno. I ristoratori dovranno dichiarare di possedere alcuni requisiti di qualità sugli ingredienti usati, come ha spiegato Perullo: "Sono due le tipologie di autocertificazione a cui è possibile aderire - ha illustrato l'assessore - Una molto 'stringente' che permette soltanto l'impiego di prodotti locali e una un po' più 'aperta', dove sono consentiti anche prodotti toscani e italiani". Parallelamente sarà dato il via ad un sondaggio per dare il nome alla mascotte della manifestazione, appena il sito del Cacciucco Pride sarà visibile. Infine sarà promossa una manifestazione di interesse per i giovani volontari che vorranno far parte della manifestazione con mansioni 'social' e di supporto redazionale, rivolta ai ragazzi tra i 16 e i 26 anni.
    "Saranno i nostri Cacciucco Guys - ha aggiunto Perullo - come li abbiamo simpaticamente ribattezzati. Ragazze e ragazzi che abbiano dimestichezza con camere e videocamere e soprattutto con Facebook, Twitter e affini. Vogliamo offrire a 10 giovani dell'area livornese l'opportunità di un percorso di conoscenza, anche professionale e formativo guidato da professionisti della comunicazione".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie